Post



Post in evidenza

Buon Natale!

Immagine
 

Pollino ed il Verbano dall'alto

Immagine
> Guarda la galleria fotografica! Ecco una domenica in Vespa con ampia partecipazione di Leggendari, come non se ne vedevano da un po' per via dell'emergenza che sta caratterizzando questo folle 2020. Abbiamo visto più volte come lo spettacolo dei laghi prealpini sia valorizzato dall'altitudine: in una giornata limpida, uno sguardo ampio sul panorama lacustre e sui rilievi circostanti lascia senza fiato. Così come per la scorsa gita al Lago d'Orta, col balcone della Madonna del Sasso, anche sul Maggiore non mancano punti di osservazione privilegiati. Molti si trovano a pochi chilometri da Verbania, a nord del capoluogo. Tanti piccoli centri a mezza costa godono di un panorama stupendo. Fra questi vi è senz'altro il comune di Premeno, e vorremmo portarvi con noi in località Pollino. Il comune di Premeno è stato per decenni un'ambita meta turistica; vi si trovano pregevoli residenze (come Villa Bernocchi), alcuni alberghi e persino degli impianti sciistici, nel

Dal Vergante al «balcone del Cusio»

Immagine
> Guarda la galleria fotografica! Lo chiamano «balcone del Cusio». È uno spiazzo teso sopra ad uno sperone di roccia, un tempo luogo dove le massaie stendevano i teli per candeggiarli. Vi sorgeva una piccola cappella, dedicata alla Vergine, sino a che vi si costruì una piccola chiesa, e poi una un poco più ampia. Quest'ultima è il santuario della «Madonna del Sasso», edificio in stile barocco divenuto simbolo di questo angolo di Piemonte, assieme ad Orta e all'Isola di San Giulio, davanti ai quali si affaccia ieratico questo grande rilievo in granito. Siamo nel comune sparso di Madonna del Sasso. Il toponimo è tratto proprio dall'importante edificio di culto; sotto questo nome sono riunite le località di Boleto ed Artò, un tempo comuni autonomi. È il comune più meridionale del Verbano-Cusio-Ossola. Gli abitati sorgono a mezza costa sui versanti che costituiscono la costa occidentale del lago d'Orta. Siamo al confine con la vicina Valsesia e dunque con la p