25.10.2015 - Scooter Cassoeula a Cisliano

Inizio questo racconto direttamente col filmato che a parer mio rimane come simbolo della giornata:



Domenica mattina, tanto sonno, ho dormito poco, nonostante il ritorno all’ora solare, mi ero completamente dimenticato del cambio di orario e seppur abbia tentato di dormire un’altra oretta: niente da fare.

Meno male che la sera prima, sul tardi "andante", abbia fatto il pieno all’Ammiraglia.

Dopo colazione, aspetto l’orario più o meno consono per recarmi a Cornaredo, sarà lì che mi incontrerò con Paolo.

Era ancora presto, mi arriva un messaggio di Paolo “sono qui”.
Tra me e me penso “no, non è possibile, ma è presto!”

Gli scrivo “arrivo”, mi preparo al volo.

Erano quasi due mesi che non toccavo la Vespa e da mesi che non mettevo il giubbotto “geieffepollo”, ebbene sì, così lo chiama il nostro sceicco; telecamera al petto e vado.

Il clima è ben fresco, meglio così: mi aspettavo peggio.

Le prime curve decido di farle ad andatura modesta: sento stridere leggermente le gomme fredde, non gradisco.

Due “celeroni” e arrivo da Paolo, dopo il buongiorno, il primo commento va alle nostre selle “gemelle”.

Si parte, non facciamo altro che percorrere la statale verso Novara, prima o poi troveremo una rotonda con Luca ad aspettarci.

Nemmeno a sincronizzarci col cronometro, mentre io e Paolo arriviamo dalla statale, contemporaneamente Luca, in GL, arriva dalla traversa.

I saluti, due commenti, in particolare per le quattro coppie e mezzo di cofani di Paolo, pausa fumatori e subito la prima battuta “fammi vedere il telefono per sapere a che punto è Flavio”, un bel messaggio recita “ci troviamo ad Albairate, voi andate pure, sono in ritardassimo”, risata d’obbligo.

Il trio parte, giungiamo ad Albairate, il punto di ritrovo è il parcheggio di un vivaio.

Piano piano arrivano tutti: Fabio col senza frecce rosso, lo Sceicco con la Primavera, il Presidente, Marco con la viennebì e Mattia con…

Un paio di foto e il gruppo si muove per entrare nel paese, parecchia gente in piazza della chiesa, si arriva al punto del ritrovo del raduno, eccetto un paio di mezzi già presenti, il raduno in pratica lo facciamo noi, è proprio il Vespa Legend Team che occupa lo spazio antistante al bar.

Dopo pochi minuti iniziamo a domandarci cosa facciamo li.
Perché siamo li? Perché non andiamo a fare un giro?
Però boh, la giornata era dedicata a Cisliano e Cisliano sia.

Sul tardi iniziano ad arrivare altri mezzi, ponteg… ehmm, Lambrette varie, un po’ di Vespe, un’affettatr… ehmm, un Falcone, Leonardo con la Gilera.

Si inizia a movimentare la mattinata, quando si è in attesa dell’aperitivo, Mattia, giustamente dice “tra poco vedremo l’inizio dell’inciviltà umana”, come dargli torto, c’è un vero e proprio assalto.

Terminato l’aperitivo, inizia il momento un po’ più carino della giornata: il giro turistico.

Avvio la cam, il gruppo inizia a muoversi.

Si percorrono strade di campagna tra Albairate, Cassinetta, Robecco, su Robecco è il caso di segnalare una nota: ancora mi domando perché Marco, o Fabio, non abbiano fatto il cambio di veicolo.

Si viaggia, abbastanza tranquilli, io procedo con calma mentre la mia cam riprende il tutto.

Poi mi domando “perché non tirare un po’, staccare il gruppo e filmare il passaggio dell’intero raduno?” Metto in pratica il pensiero: raggiungo il primo, chiedo lumi sulla strada e gli spiego che andrei avanti per fermarmi a filmare, lui prontamente mi dice che rallenta un po’ per darmi più margine. Trovo un angolino adatto, scendo dall’Ammiraglia, cerco di restare il più fermo possibile per i filmati. Risalgo in sella, hai voglia a dare celeroni per riprendere la sfilata e tornare di nuovo in testa, per distaccare il gruppo e ripetere il filmato.

In totale ho realizzato tre filmati, col passaggio dell’intero raduno composta da oltre trenta motoscooter, l’ultimo, in particolare, credo sia proprio meritevole.

Al termine del giro turistico, ci si separa dal resto dagli altri partecipanti e si va a mangiare in un locale lì in zona.

Si scherza, si ride, si mangia, anche se personalmente non mi sembra che le pietanze siano di qualità, persino i dolci scarseggiano!

Poco prima di finire il pranzo ci raggiunge, in moto, Giovanni, in attesa di diventare papà!

Terminato il pranzo, tutti a Bià, ci sono le caldarroste, festa degli alpini, etc.

L’orario solare fa imbrunire presto il cielo, il sottoscritto non ha voglia di guidare al buio, inizia la stanchezza, inizia il fresco serale, credo non abbia senso stare in giro oltre, quindi saluto tutti e decido di andare, decidiamo di andare, tutto il Team si saluta e si torna a casa, con un’altra giornata vissuta, in buona compagnia.

Grazie a tutti!


Galleria fotografica:




I filmati della giornata:


Commenti

  1. In effetti all'inizio sembra un raduno ben poco frequentato, ma poi il numero di Vespe e Lambrette è decisamente cresciuto.
    Col Vespa Legend Team è sempre una bella giornata.
    Alla prossima!

    RispondiElimina

Posta un commento

Cosa ne pensi? Inserisci un commento!

Post popolari in questo blog

06.01.2019 - Motobefana a Magenta

30.05-3.06.2019 - 15° Giro dei Tre Mari

23.06.2019 - Bieno e Miazzina